Nr.60x SFERA SCATTO SUPER GRIP NERO FINE PILOT · 0.7MM PENNA osfprh2084-Ufficio e cancelleria

La storia è la memoria di un popolo, e senza una memoria, l’uomo è ridotto al rango di animale inferiore.” (Malcom X)

…Mi raccontavi di Vittorio Veneto. Hai anche fatto il cuoco per i soldati. Mi dicevi che la vita in quel periodo era un soffio nel vento. Olympia Calcolatrice da Tavolo Cpd 3212tRicordavi le corse sotto i bombardamenti. E ridevi, sempre, perché un po’ buffone hai fatto tutto facile…Tanto era passato.

Ma il 25aprile era il tuo compleanno, per me.
Solo questo.
Il giorno in cui festeggiavamo insieme.
Oggi, in un sole che sembrava estate, mi sono ricordata ancora una volta delle nostre passeggiate qui in collina a cercare piantine ad ombrello e pratoline.Olympia K636 Pot, Pompa ad aria, 3 L (HX6)

Ovunque tu sia, nonno, li’ con mamma, buon compleanno ♡

Nr.60x SFERA SCATTO SUPER GRIP NERO FINE PILOT · 0.7MM PENNA osfprh2084-Ufficio e cancelleria

Olympia TR 4815 500mm 15sheets paper cutter - paper cutters

I due maggiori tiranni del mondo: il caso e il tempo.

(Johann Gottfried Herder)

Oggi sono in solidarietà. Un ammortizzatore sociale.Online 30138 Sinfonie-Penna a sfera con scatola, colore champagne (J9Z) Per alcuni una perdita di soldi. Per altri, come me, una banca del tempo.

Oggi piove. La tentazione era restare a letto, lasciando dormire il bimbo… ma lo scolaro ha il pon, ed era peccato perderlo. L’ho accompagnato e sono tornata a casa, tra l’immancabile marasma di auto che si forma tra Gragnano e Castellammare appena cadono due gocce d’acqua…

… In questo momento piove moltoOnline 36780 penna a sfera in confezione regalo, Cork (E8F), ma in modo gentile, come solo Aprile sa fare. Con gocce sottili, a ritmo di danza.

Così mi sono fermata. In auto, in collina. Ad ascoltarlo, questo movimento di acqua che suona in modo diverso toccando i tetti, gli alberi, la terra… L’auto. Online 37705 newood calligrafia di set newood, Nero (N7f)Gli uccelli che non si arrendono alla pioggia e cantano la primavera. E i capini delle rondini spuntare dai loro centenari nidi, aspettando il sole. E le colombaie di animali stretti l’uno all’altro, per farsi calore…

…Man mano la voce dei passerotti supera quella della pioggia. Gocce ora più lievi. Una campana lontana: è passata un’ora.

Qualcuno direbbe che l’ho persa, in macchina, quest’ora.

Io dico che me la sono ripresa.ONLINE Füllhalter VISION Style Turquoise - in Slimsy Box (87S)

Uno spicchio di sole, un pezzo di arcobaleno… Ora si, che posso uscire dall’auto 🙂

Nr.60x SFERA SCATTO SUPER GRIP NERO FINE PILOT · 0.7MM PENNA osfprh2084-Ufficio e cancelleria

Il teatro non è il paese della realtà : ci sono alberi di cartone, palazzi di tela, un cielo di cartapesta, diamanti di vetro, oro di carta stagnola, il rosso sulla guancia, un sole che esce da sotto terra. Ma è il paese del vero: ci sono cuori umani dietro le quinte, cuori umani nella sala, cuori umani sul palco.
(Victor Hugo)

Nella mia lunga carriera accademica da studente (che dura ancora, a dire il vero) ho avuto la fortuna di poter studiare le arti da diversi punti di vista.'online schreibgeraete 30287 Set di icone Stone 3 calligrafia (C5u)
Per esempio: il teatro.
Nelle ore vuote dei miei corsi a filosofia mi intrufolavo nelle lezioni di letteratura italiana e straniera.ORGANIZED TABLET SLEEVE hand bag NERO invicta CARTELLA tempo libero UFFICIO busiE ho seguito le narrazioni di Pirandello, Cervantes, Moliere, Shakespeare, con gli occhi della filologia, dell’ermeneutica dei testi… e dell’importanza delle parole.
Ho dovuto perfino mettere in scena con colleghi un testo modernista, per lingua e letteratura inglese…
Poi, passando a Psicologia, ho studiato l’importanza della catarsi grazie alle arti . Il lavoro dell’attore sul personaggio come capacità dell’essere umano di poter lavorare su se stesso. Orla Kiely OK118 fiore da scrivania, (FT9)E la capacità delle arti -vera e propria- di essere terapeutica: musica, arti figurative… narrazione.
E, ovviamente ( e lo si sa da migliaia di anni) il teatro.

Ma la cosa più bella l’ho “studiata” solo ora: il poter esperire il “dietro le quinte”.
Il fascino di stanze ricolme di vestiti di scena. Pannelli per scenografie. Mobili d’epoca. Materiale che aspetta solo di diventare un tavolo, una finestra, una porta…Osco - Cassettiera a 5 cassetti, struttura retata, colore nero (l9I)quella porta che ci fa entrare in un mondo diverso.
La gioiosa confusione dei camerini, dove tutto deve essere rigorosamente in disordine.
L’immane sforzo dei Maestri, che ci mettono tutto se stessi per i propri ragazzi.
Essere lì, dove nasce la magia. E la passione, la tenacia…la rabbia, a volte. E le prove, le prove, le prove, e ancora le prove…
…Urla liberatorie. Eccitazione ed emozioni. Riprovare ancora una volta.
E poi il surreale silenzio della compagnia, poco prima di salire sul palco.
Dietro le quinte ci sono stata con un bambino speciale: il mio.
Il mio, Otto Hutt Design 02-Penna stilografica a strisce, misura M (4CB)che oltre a teatro alterna musicoterapia e arteterapia, perché la neuroatipicità ha bisogno di coltivare il proprio -immenso, sovrabbondante – mondo immaginifico.
Ringrazio la pazienza di Sergio, Agostino, Cristina…ma soprattutto quella di Marcella.
Li ringrazio con tutto il cuore, per aver accolto la sfida di arruolare nella scuola di teatro il mio bimbo.
Un bimbo che all’inizio diceva”mi ci vuole far venire mamma, a teatroOxford 100100768 Scatola di 250 buste autoadesive 275 x 365 mm Kraft Blond (KDH), perché altrimenti devo fare logopedia”… e stasera, invece, dopo il grande debutto, applauditissimo, visto che era silenzioso al ritorno gli ho chiesto cosa avesse, se fosse felice.
Lui prima ha risposto “certo” e poi ha aggiunto: “sto pensando che un giorno voglio scrivere anche io una commedia”.
Lui che ora non vede l’ora di tornare in scena, dove riesce a tenere l’attenzione per il tempo necessario per dire le proprie battute. E riesce a rimanere in quella dimensione, invece di volare in quelle sue nascoste ai più.
Drammatizzare, per la neuroatipicità, è uno dei modi migliori per costruire un ponte tra il mondo magico interno e quello magico esterno, mediato dal palco.